menu
Iscrizione newsletter

Presentazioni all'estero

Sin dalla sua origine il Meeting ha girato il mondo per raccontare la sua esperienza: Belo Horizonte, Berlino, Bruxelles, Budapest, Chisinau, Dublino, Novasibirsk, Parigi (Unesco), Praga, Rio de Janeiro, Salvador De Baia, San Paolo, Vienna, Washington.

Il 2011 vede protagoniste due grandi tappe: Nazioni Unite e Giappone.
A maggio, per la prima volta nella sua storia, il Meeting è stato nell’istituzione mondiale per eccellenza (ONU) a raccontarsi come esempio di un’esperienza di libertà e amicizia reale, come luogo di incontro per chiunque, che non ha confini nel mondo.
A ottobre, il Meeting arriva in Giappone per una cinque giorni di dialogo su globalizzazione e fede insieme ai monaci buddisti. L’incontro ha avuto inizio a Tokyo, prima presso l’Ambasciata d’Italia in Giappone e successivamente presso l’Istituto Italiano di Cultura, per poi continuare nel Palazzo dei Dottori del Monte Koya, tra bellezze naturali e strutture architettoniche maestose, e, infine, a Fukui nel Tempio Eiheiji, ambienti austeri della tradizione Zen. Un avvenimento frutto di un’amicizia nata tanti anni fa tra don Luigi Giussani e il reverendo Shodo Habukawa.

A maggio del 2012 il Meeting è stato presentato per la prima volta in Libano, presso l’Ambasciata Italiana a Beirut.

La Russia accoglie il Meeting prima a novembre 2012 presso la storica Villa Berg, sede dell’Ambasciata Italiana, e successivamente a marzo 2013 per un seminario di preparazione alla mostra sui martiri russi. Due appuntamenti che raccontano di un legame profondo tra la manifestazione riminese e la cultura russa.

Il Meeting, inoltre, mantiene rapporti stabili con altre realtà che ha visto nascere, in sintonia con l’intento di dialogo e amicizia tra i popoli, come il Meeting Cairo, l’Encuentro Madrid, il New York Encounter. E tante altre esperienze continuano a crescere nel mondo.