menu

Il grido per la pace delle donne palestinesi ed israeliane

Hanno partecipato in 30mila alla marcia partita a settembre da Sderot fino a Gerusalemme

Ghadir Hani e Alisa Eshet Moses, esponenti del movimento Women Wage Peace (WWP) sono intervenute in occasione dell'ultima edizione del Meeting per raccontare la storia di questa realtà che da diversi anni si batte per la pace in Medio Oriente.

Riportiamo la notizia della grande marcia per la pace promossa da WWP e pubblicata su AsiaNews

“Un grido vero e sincero” in un mondo “che è quasi sordo”. Così Sobhy Makhoul, diacono del Patriarcato maronita di Gerusalemme, commenta il corteo per la pace che si è tenuto ieri a Gerusalemme. Circa 30mila donne hanno marciato per la città, dichiarando a voce unisona: “Non ci fermeremo fino a quando otterremo un accordo di pace”.

L’iniziativa, promossa dall’ong “Women Wage Peace” (Wwp), è partita il 24 settembre (capodanno ebraico) da Sderot, nel deserto del Negev, per poi procedere nei Territori e in Israele. Essa ha incluso attività diverse, fra marce e momenti di incontro, dialogo e preghiera, e si concluderà domani a Gerusalemme. Le partecipanti chiedono un accordo politico per la pace e l’inclusione delle donne nei negoziati.

Continua a leggere su AsiaNews