menu
menu
Iscrizione newsletter

Statuto

La Fondazione “Meeting per l’amicizia fra i popoli” si è costituita in data 31 marzo 2008 con atto a ministero del Notaio Plescia di Rimini (rep. n. 47.236/7949, registrato all’Agenzia delle Entrate di Rimini il 10 aprile 2008 al n. 4.919/I per trasformazione della preesistente Associazione Meeting per l’amicizia fra i popoli, già con personalità giuridica (d.p.r. n. 869 del 06 agosto 1986).
Con decreto del Prefetto di Rimini in data 25 giugno 2008 è stata disposta l’iscrizione nel registro prefettizio delle persone giuridiche tenuto presso la Prefettura di Rimini, al n. 186, della Fondazione “Meeting per l’amicizia fra i popoli”.


ESTRATTO DELLO STATUTO


Articolo 1
Costituzione e sede

Per iniziativa dei soci dell’Associazione “Meeting per l’amicizia fra i popoli” l’associazione stessa viene trasformata in Fondazione denominata “MEETING PER L’AMICIZIA FRA I POPOLI”.
La Fondazione ha sede legale in Rimini, Via Flaminia n.18/20.

Articolo 2
Scopo della Fondazione

La Fondazione ha lo scopo di promuovere la crescita culturale e sociale della persona umana, quale prioritaria risorsa per la costruzione di rapporti di amicizia e solidarietà tra i popoli.

Nella sua attività di cui al successivo art.3 la Fondazione si prefigge la tutela e la promozione di tutti i valori autenticamente umani per la costruzione di una convivenza più rispettosa della vera dignità dell’uomo avendo a prioritario riferimento da un lato i principi contenuti nel testo di Mons. Luigi Giussani “Il rischio educativo” e dall’altro richiamandosi ai “principi fondamentali” sanciti dalla costituzione della Repubblica Italiana con particolare riferimento per quanto riguarda i rapporti internazionali a quanto previsto all’art.11.
La Fondazione non ha scopo di lucro.

Articolo 3
Attività della Fondazione

Al fine di perseguire il suo scopo, così come specificato nel precedente articolo 2, la Fondazione è prioritariamente impegnata all’annuale realizzazione della settimana di incontri, mostre, spettacoli e iniziative che si svolge a Rimini sotto la denominazione di “Meeting per l’amicizia fra i popoli”.

La Fondazione potrà inoltre programmare ed organizzare ogni altra attività utile al perseguimento dello scopo che, solo a fine esemplificativo, si esplicita in realizzazione di :

  • incontri periodici, convegni, assemblee internazionali, svolgimento di mostre e spettacoli; le singole iniziative potranno avere carattere internazionale, nazionale e locale, potendo quindi articolarsi sul territorio con riferimento a zone determinate o a situazioni particolari;
  • iniziative di informazioni a mezzo stampa, cinema, TV e radio;
  • produzioni ed edizioni di documenti, libri, films, servizi radio-televisivi, e quant’altro sembri utile per l’approfondimento conoscitivo degli scopi o di particolari tematiche ad essi collegate;
  • acquisto, edificazione o affitto di immobili da destinarsi in modo stabile al diretto uso della Fondazione o, anche in modo provvisorio, all’uso di istituti o di singole iniziative collegate al raggiungimento degli scopi;
  • viaggi in Italia e all’estero per la visita di luoghi, per la ricerca di documenti, per l’acquisizione di informazioni anche allo scopo di incontrare persone singole o gruppi;
  • costituzione e mantenimento di rapporti con Governi e loro rappresentanze diplomatiche, con Istituti pubblici o privati, italiani e stranieri, in Italia e all’estero;
  • costituzione di rappresentanze della Fondazione in Italia e all’estero;
  • ogni altra iniziativa anche finanziaria o di partecipazione in società ed enti italiani o stranieri che possa risultare sinergica ed utile allo scopo della Fondazione.

Articolo 4
Patrimonio della Fondazione

Il patrimonio della Fondazione, come risultante dall’atto costitutivo, potrà essere incrementato per effetto di acquisizioni, donazioni, eredità o lasciti, in conformità alle vigenti disposizioni normative.

La Fondazione potrà ricevere contribuzioni da parte di tutti coloro che ne condividano gli scopi, mantenendosi tuttavia sempre autonoma in qualsivoglia manifestazione della propria attività.

Il patrimonio potrà essere incrementato dai risultati di iniziative commerciali che la Fondazione potrà esercitare in via strumentale per il conseguimento del proprio scopo.

Le riserve e gli eventuali avanzi non potranno essere in alcun modo, né diretto né indiretto, attribuite ai soci, sia durante la vita della Fondazione che all’atto del suo scioglimento.

Articolo 5
Esercizio finanziario e bilancio

L’esercizio finanziario va dal 1 gennaio al 31 dicembre di ciascun anno.
Alla fine di ogni anno, gli amministratori devono redigere il bilancio consuntivo e quello preventivo della Fondazione, avendo cura di attenersi alle regole di una ordinata contabilità.

Omissis …

Articolo 7
Organi della Fondazione

Sono organi della Fondazione :
  1. l’Assemblea dei soci;
  2. il Presidente della Fondazione;
  3. il Consiglio di amministrazione;
  4. il Collegio sindacale;
  5. il Direttore.

Omissis …